progetti

Visioni Ritrovate. Ostiense tra storia e futuro nelle vostre immagini

L’ARCHIVIO AUDIOVISIVO DEL MOVIMENTO OPERAIO E DEMOCRATICO

 

in collaborazione con

 

 

 

L’ARCHIVIO NAZIONALE DEL FILM DI FAMIGLIA – HOME MOVIES

 

presenta il progetto

Visioni Ritrovate – Ostiense tra storia e futuro nelle vostre immagini

 

Mercati generali, Ostiense, Roma, 1941, Archivio Luce

Bando di raccolta pubblico di film di famiglia e amatoriali

rivolto a tutti coloro che hanno ripreso e raccontato il quartiere Ostiense a Roma

Raccogliamo i vostri film 8mm, Super8 e 16mm

Il progetto “Visioni Ritrovate – Ostiense tra storia e futuro nelle vostre immagini” invita i cittadini e i frequentatori del celebre territorio romano a raccogliere immagini per scrivere la storia visiva del quartiere, raccontato attraverso film di famiglia e amatoriali. La finalità è quella di costruire un archivio di immagini dei territori anche limitrofi, per salvaguardare i film, digitalizzandoli, valorizzandoli e restituendoli alla comunità, rendendoli accessibili.

Ostiense, infatti, è un territorio in continua trasformazione, in ambito sociale, economico, urbanistico, storico. Molte le fonti audiovisive che raccontano il quartiere e la sua storia dal punto di vista degli enti, delle industrie, delle imprese che hanno contribuito al suo sviluppo da metà Ottocento in poi. Fonti conservate presso grandi archivi statali e pubblici, come lo stesso Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e l’Archivio storico Luce Cinecittà. Ma la storia e la vita di questo territorio non sono stati narrati, dai protagonisti, dagli abitanti, dai visitatori, dalle comunità locali.

Questo dunque l’intento principale del progetto: il coinvolgimento dal basso dei cittadini. La raccolta riguarderà soprattutto i film di famiglia e amatoriali che mostrano la vita delle persone che abitano nel quartiere, ma anche le riprese dei cine-amatori che con passione hanno documentato la storia di questo territorio.

Gli abitanti e i visitatori del quartiere Ostiense sono dunque invitati a collaborare al progetto di raccolta di film di famiglia, dove siano rappresentati, oltre i ricordi famigliari, i luoghi sociali, culturali, del lavoro ed economici del territorio, accanto a quelli dei vissuti privati, in cui siano ritratti giovani, adulti, anziani, bambini, familiari, lavoratori, colleghi, amici e parenti, inoltre i luoghi e gli ambienti del quartiere: case, piazze, parrocchie, cinema, giardini, mercati, strade, ristoranti, bar, locali, scuole, botteghe, uffici.

I film saranno digitalizzati e catalogati e gli originali saranno riconsegnati o lasciati in deposito per essere conservati nel migliore dei modi, fornendo gratuitamente una copia digitale agli autori e ai proprietari. L’AAMOD e HOME MOVIES si faranno garanti del deposito e della valorizzazione dei documenti costruendo un sezione dedicata sul sito dell’AAMOD (www.aamod.it) e sul sito di Home Movies, dove i materiali saranno catalogati e organizzati in percorsi per luoghi, temi, persone. Questo sarà il primo tassello di un progetto complessivo su Roma raccontata dalle immagini dei cine-amatori. In prospettiva valorizzeremo i materiali raccolti realizzando film con le immagini tratte dai film di famiglia e amatoriali che, insieme alle vostre video testimonianze, ai vostri ricordi saranno pubblicamente proiettati facendo rinascere e scoprire la storia del quartiere dal punto di vista delle famiglie e dei suoi abitanti, proseguendo nel tempo con mostre multimediali a itinerari turistici attraverso l’uso delle vostre immagini, a laboratori con le scuole del territorio.

Mercati generali, Ostiense, Roma, 1941, Archivio Luce

Durante gli incontri de L’Aperossa 2018 del 20 e 21 luglio (Centrale Montemartini) sarà possibile, anche in orari serali, conoscere le persone che si prenderanno cura delle vostre memorie e che risponderanno a tutti i quesiti relativi al progetto di raccolta.

 

Contatti e informazioni:

Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico

Via Ostiense 106 – 00154 Roma

www.aamod.it; info@aamod.it

ortenzi@aamod.it; cortini@aamod.it